Roma - 6-7-8 settembre - NOTTE BIANCA | David Medalla nell’evento Actions Under Moonlight @ Galleria studio.ra

Galleria studio.ra | Notte Bianca
in collaborazione con: Gruppo Sinestetico e con le Associazioni: Polilab 2000, Vite3, RO.MI arte contemporanea
presenta

David Medalla
nell’evento Actions Under Moonlight
A cura di Vittoria Biasi

David Medalla, Fontana, Soto, Elswort Kelly, Gruppo N, Dorazio, Castellani, Manzoni con altri artisti, provenienti da diverse aree geografiche e culturali, sono invitati da Uto Kultermann negli anni ’60 nelle mostre sulla monocromia bianca. La linea bianca che segna la demarcazione verso la seconda metà del secolo introduce una vibrazione di creatività e trasformazione socio-politico e artistico. Nelle mostre di Leverkusen che sottolineano il coinvolgimento di numerosi artisti attorno ai linguaggi del bianco, Medalla introduce il sogno, l’incanto e il mistero della vita che pulsa nella materia. Nella serie Cloud Canyons, l’artista propone l’opera scultorea realizzata con sapone emulsionato nell’acqua: è la metafora del mare, del cielo, della terra. L’idea della totalità, del principio del tutto si compone tra titolo e opera, dove il primo diviene estensione dell’altro. La simbologia naturale entra nel mondo da cui discende l’opera. Guy Barret pone in rapporto le storie del venezuelano Soto e del filippino Medalla, per le innovazioni apportate nell’arte scultorea, iniziata nel centro d’arte londinese Signals . Lo storico propone la ricostruzione dei legami, delle relazioni tra la storia personale, la ricerca artistica e il panorama culturale del tempo, per riflettere sulla convinzione eurocentrica che considera l'avanguardia un fenomeno occidentale. In tal senso David Medalla ha inseguito l’estremo linguistico della creatività in una corrispondenza tra arte vita secondo un concetto di arte totale. La poetica delle sue performance è guidata da segni minimi, impronte di un oltre coinvolgente.

L’artista, fondatore e direttore della LONDON BIENNALE, presenterà un dittico di performance il 7 e l’8 settembre 2007, dal titolo “URBI et ORBIS” in ricordo della frase latina con la quale gli imperatori romani e poi i Papi si sono rivolti ai cittadini di Roma e agli abitanti del mondo.

Il 6 settembre, sul Gianicolo, sotto la quercia di Torquato Tasso, Raffaella Losapio, David Medalla e … prepareranno il video in omaggio al personaggio leggendario di Garibaldi e sua moglie Anita. Sarà una conversazione sotto la quercia del Tasso, leggendo un giornale con informazioni dal mondo e dall’Argentina, facendo fluire la storia tra presente e passato, con possibili deformazioni sonore, come nella poesia sperimentale degli anni ‘60.

Il ritorno è un coinvolgimento emotivo e artistico con la rilettura o reinterpretazione di quanto realizzato nel luogo secondo i nuovi spostamenti dell’anima. Medalla è considerato un artista nomade dell’arte o un magicièn de la terre. Non si confronta con un concetto statico di memoria continuando a sentire il tutto in modo vibrazionale.

La prima performance di David Medalla avverrà il 7 Settembre alla Galleria studio.ra, dove Medalla presenterà anche i video con i discorsi estemporanei sui sette colli di Roma, rievocando le splendide improvvisazioni eseguite durante i precedenti soggiorni nella Città Eterna nel 1962, 1979-80 e 2002-3.  L’ improvvisazione del 1980 intitolata ‘MEDALLA SALUTA ROMA’ ebbe luogo sulle orme tracciate dalla British School e nel libro ‘Exploding Galaxies: The Art of David Medalla’ di Guy Brett, pubblicato da Kala Press, a Londra, nel 1975, vi è riportata una foto a colori di quell’evento.

Un’altra performance di David Medalla avrà luogo presso la ‘Factory’ a Riva Ostiense, l’8 settembre 2007. Queste due performance correlate e interattive saranno caratterizzate dalla creazione di due sculture effimere su vasta scala con la partecipazione del pubblico. Nell’ultimo soggiorno a Roma nell’autunno del 2002, Medalla creò insieme all’artista australiano Adam Nankervis (fondatore e direttore del MUSEUM MAN) un discorso estemporaneo sul colle Capitolino a Roma usando le iniziali ‘U’ e ‘O’ (che stanno per “Urbi et Orbis”) , parte della loro serie di graffiti globali per gli Archivi di Storia Segreta del Mondrian Fan Club, che hanno co-fondato nel 1973 a New York. L’evento è documentato con una fotografia dell’improvvisazione inserita nella rivista HOY pubblicata a Londra nel 2003. Sulla traccia dell’ultimo evento, sull’estremo di una formula, utilizzando la prima lettera, Medalla inviterà a realizzare una grande scultura della lettera U, come Urbi, formata da blocchi di ‘tufo’, argilloso come la terra, e da detriti vari che l’artista e i partecipanti romani raccoglieranno sui sette colli di Roma durante il suo discorso estemporaneo. La seconda scultura avrà la forma della lettera ‘O’, come Orbis, e sarà formata da un assemblaggio di preziose ‘rosette’ mezze mangiate. La rosetta è il tipico panino romano a forma di rosa. I panini saranno offerti al pubblico durante la performance. I panini smangiucchiati, con le impronte delle dentiere e dei denti, diventeranno la scultura-assemblaggio a forma di O.

Due lettere dai ‘Sonnet of the Vowels’ di Arthur Rimbaud giocano anche una parte importante nella struttura del dittico di performance di Medalla, tanto quanto (nel caso della prima performance) nel metodo dell’obliterazione praticata dallo scrittore Georges Perec del gruppo ‘Oulipo’, e nel metodo dell’‘assisting ready made’ sperimentato per primo da Marcel Duchamp. Il dittico di performance di David Medalla mette in relazione il concetto della città in arte e in letteratura e le realtà multiple delle differenti vite dei cittadini nel mondo di oggi. Essi sono i più recenti esempi di arte sinottica­realista che David Medalla sperimentò per primo negli anni Settanta. Le foto delle ultime performance romane, che sono aperte al pubblico, saranno successivamente pubblicate sul sito web www.studiora.eu 

studio.ra
Via Bartolomeo Platina 1/F  00179 Roma ITALY
tel. + 39 06 45495639 - cell. +39 349 1597571
info@studiora.eu  

aspettando la Notte Bianca 2007 (07 settembre dalle ore 20 alle 24) 
La Notte Bianca 2007 (08 settembre Factory dalle ore 21)


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


 
Rassegna Internazionale di Musica Organistica “Itinerari musicali alla scoperta dei suoni antichi”
Passaggi per il bosco OFF – estate 2011
Scatti on the road tra New York, Parigi e Mosca
"Note fantasiose”
Alessandra Pascali 4et - Un viaggio sonoro tra jazz tradizionale e musica popolare italiana
Yoga Kundalini su: “Il pensiero di Yogi Bhajan, il Maestro della nuova Era”
MUSICULTURA 2011 - XXII Edizione

 
RELAZIONI UOMO/DONNA CONOSCERSI PER AMARSI
Corso di ACROBATICA per eliminare la... PAURA
7° Concorso Musicale Nazionale Premio "Musica Italia"
BliTzLaB #2: Workshop di danza e movimento sinergetico
concorso Wildlife Photographer of the Year

 
 
24 02 2012 CLICK, SI GIRA.
24 02 2012 E LA LETTERATURA?
24 02 2012 L’escapismo nella società del web 2.0
24 02 2012 Donne e sport
01 02 2012 IL CINEMA AI TEMPI DELLO SWITCH OFF

  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node