ECCE MIRACULUM
Il miracolo dello spettacolo: paludoso, enigmatico, tragico, ironico, intenso e sorprendente
Torino: Nietzsche ecce Homo
Un lavoro sulla percezione ‘sottile’: così Walter Malosti, regista di nuova generazione, parla di questo spettacolo tagliato su misura per la città di Torino (in cui va in scena) e ispirato a uno dei capisaldi della letteratura filosofica nietzsiana. In Ecce Homo confluiscono i pensieri febbrili ed euforici del filosofo più celebrato dei tempi moderni e i saperi multipli ed eclettici dell’arte di oggi. Drammaturgia, parola e danza in una pièce che interroga il nostro tempo e si inabissa nell’animo umano, mostrandocelo sempre più paludoso ed enigmatico. E chi meglio di Nietzsche, la cui vita non è semplice esistenza sonnolenta ma opera e forma in una parola, può illuminare il cammino? La singolarità di Nietzsche qui viene presentata in una sorta di messa in scena totale, dove i due poli - l’uomo dionisiaco e il commediante - in un attimo abbagliante vengono a coincidere per rivelarci «come si diventa ciò che si è».

malosti
Valter Malosti

NIETZSCHE ECCE HOMO
un progetto di Valter Malosti
in collaborazione con Michela Lucenti e Marzia Migliora
in scena Valter Malosti, Michela Lucenti
con Massimo d'Amore, Francesco Gabrielli
e la partecipazione di Margherita De Virgilio Malosti
coreografie Michela Lucenti
scene Marzia Migliora
Teatro di Dioniso/Festival delle Colline Torinesi
Residenza Multidisciplinare di Asti
Palazzo Madama/Sala del Medagliere, Torino
Fino al 02/03/2008
Biglietti: da 19 € a 16 € (ridotti)
Info e prenotazioni: www.teatrostabiletorino.it; 011 537312

Trilogia della vendetta a Milano
Trilogia della vendetta affronta in tre atti unici il tema della giustizia personale. Il primo atto è ispirato a un fatto di cronaca realmente avvenuto in Basilicata. Un uomo racconta la morte del fratello. La sua faida intima e personale diventa una spaventosa storia ancestrale. Il secondo atto si ispira al celebre quadro di Artemisia Gentileschi, “Giuditta che decapita Oloferne”. Durante una conferenza un famoso critico d’arte viene inaspettatamente accusato di stupro dalla propria assistente. Nel terzo atto si consuma il tragico incontro tra un direttore del personale, una giovane donna in cerca di occupazione e un marito alla disperata ricerca della verità. Si tratta in sintesi di tre storie vere che indagano sulla passione più forte e terribile che risiede negli animi umani, come una bomba ad orologeria in attesa di essere innescata dagli eventi.

Teatro Out Off

TRILOGIA DELLA VENDETTA
una co-produzione Quinto Settano/Compagnia Kor/Kafka Motel/Teatro Out Off
regia Rocco Ricciardulli
con Gerardo Maffei Lara Franceschetti Rocco Ricciardulli
drammaturgia Rocco Ricciardulli e Giulio Baraldi
luci Claudine Castay
Teatro OUT OFF v. Mac Mahon, 16 - Milano
Dal 5 al 20 marzo 2008, ore 20.45
Biglietti: 16 €, previste riduzioni
Info e Prenotazioni: 02.34532140; info@teatrooutoff.it; www.teatrooutoff.it

Ecologia, follia e dintorni: Fo-Rame a Perugia
In tempi di “rifiuti” ed “ecoballe” arriva prontamente a teatro uno spettacolo comico ma di grande attualità. L’impegnato ed eclettico Jacopo Fo, figlio della celeberrima coppia Fo/Rame ha costruito una divertente disamina scenica dei problemi politici e sociali della nostra bella e mal ridotta Italia. Riusciranno i comici a salvare il mondo? Molto improbabile, ma non impossibile. Sposare l’ironia con la scienza, al fine di trasmettere alle persone una certa sensibilizzazione ai temi ambientali, promuovendo veri atteggiamenti eco-virtuosi, sperimentati ed accertati come metodi innovativi che gravitino in piena sintonia con un’autentica economia del risparmio.
Santibriganti Teatro presenta:

Jacopo Fo

ECOLOGIA, FOLLIA E DINTORNI
di e con Jacopo Fo
Compagnia Fo – Rame (Gubbio-Perugia)
Venerdì 28 marzo ore 21
Teatro Garybaldi, Via Garibaldi 4 Settimo Torinese (TO)
Biglietti: interi € 10, ridotti € 8
Info e prenotazioni: 011 643038; www.santibriganti.it

La vedova scaltra: Wertmuller a Nuoro
Lina Wertmuller ritorna in teatro. La celebre regista passa alla scena dopo tanti successi raccolti nel cinema più o meno impegnato. Lo fa scegliendo uno dei testi meno noti del repertorio goldoniano La Vedova Scaltra in occosione del 300° anniversario della nascita di Carlo Goldoni. Un testo che testimonia il passaggio dalla commedia dell'arte alla cosiddetta "commedia nova". Enrico Job ha ipotizzato, come centro dell'azione, un letto simbolo di tutti quei piaceri dei quali la protagonista non ha mai goduto e che, dunque, è sempre rimasto vuoto. E quel letto diviene il punto il partenza del sogno e del desiderio: desiderio di amore sensuale che, a quel letto, è sconosciuto. Ed è proprio l'Amore, quello che Lina Wertmüller definisce, alla maniera stanislawskiana, "il "Seme" illuminante di tutta l'opera".

lina wertmuller_sm

LA VEDOVA SCALTRA
di Carlo Goldoni
Associazione Teatrale Pistoiese - Tauma
regia Lina Wertmuller
con Raffaella Azim e Giovanni Costantino
Teatro Eliseo, Nuoro
10 Marzo 2008
Biglietti: da 14 € a 12 € (platea); da 12 € a 9 €(palco)
Info: 0784 216792 - cell. 329 0708812 (No prevendita o prenotazione telefonica dei biglietti)

Behind the door: Torino Danza
Behind the door è un viaggio sensoriale e visivo che, partendo da una storia personale di abuso e violenza subiti, indaga le radici più profonde di un malessere sociale e culturale, sino a scendere nelle profondità dell'animo umano alla ricerca di un' apertura verso l'alto. Un percorso che conduce alla dilatazione dello spazio e del tempo, a una nuova percezione della vita, non più chiusa nell'intimo del proprio essere ma in continua espansione. Attraverso il video e i corpi in movimento viene messo in scena un mondo frammentato, stratificato, dove i diversi livelli di percezione della realtà stanno in continuo movimento e dove il passato, il presente e il futuro si sovrappongono con intensità e leggerezza al tempo stesso.

cerritelli

BEHIND THE DOOR
Coreografia e danza: Gabriella Cerritelli
Danza: Paolo Data Blin
video live: Claudio Sinatti
Musiche: Pan Sonic, Ryuichi Sakamoto & Alva Noto, Exceptio martux_m, Leonard Cohen.
Costumi: Roberta Vacchetta
Regia video: Enrica Viola
Fotografia: Andrea Bessone
venerdì 21 marzo, ore 22,00
rassegna Inside Off
Ass. Culturale Mosaico Danza, Strada Della Viola, 1 Torino
info e prenotazioni: 011 6612401
ingresso gratuito

Ferrara: Suite de Flamenco
Per chi ama le danze etniche o di tradizione, consiglio caldamente questo spettacolo da godere con tutti i sensi. Il flamenco, carico di ritmi colori e suggestioni, emoziona tutti, specialmente se a portarlo in palcoscenico è uno dei coreografi più esperti e consolidati del panorama europeo.
L'incontro fra le opere di Lorca, per lungo tempo clandestine in Spagna, e il coreografo Antonio Gades nasce da un processo di identificazione poetica e civile, che si ritrova in Nozze di sangue, coreografia che lo consacrò al successo internazionale insieme alla sua compagnia. A fianco di quel capolavoroil programma della serata prevede anche Suite de flamenco, serie di numeri di danza che offre una sorprendente panoramica sull'estetica del flamenco. Con assoli, passi a due e di gruppo, il flamenco ci viene presentato nell'inconfondibile stile che Gades ha lasciato in eredità alla sua compagnia.
SUITE DE FLAMENCO
ANTONIO GADES COMPAÑIA _ Spagna
SUITE DE FLAMENCO
coreografia e luci: Antonio Gades
coreografia: per Bulerias e Tanguillos Cristina Hoyos
musica: Antonio Solera, Antonio Gades
danzatori solisti: Antonio Solera, Antonio Gades, Stella Aruazo, Adrián Galia, Antonio Hidalgo, Joaquín Mulero
Cristina Carnero, Maite Chico, Raquel Durán, Lola Guzmán, Marita Martinez-Rey, Carolina Pozuelo, Yolanda Rodríguez, Loli Sabariego, Cristina Villaplana, Miguel Lara, Cristian Martín, Elias Morales, Antonio Mulero, Antonio Ortega, Jairo Rodíguez
cantaores: Manuel Chacón, Juañares, Enrique Pantoja
chitarra flamenca: Diego Franco, Jesús Heredia, Antonio Solera
domenica 2 marzo, ore 16
Teatro Comunale di Ferrara - Corso Martiri della libertà, 5
Info e bigliettiTel. 0532 218311; e-mail: teatro@comune.fe.it

Roma: Piccolo festival
FUGA DALLA DANZA - II edizione

Per tutto il 2008 si celebrano i 60 anni dell’Accademia Nazionale di Danza di Roma. Tante le iniziative distribuite su tutto il territorio laziale. Vi segnalo però la II edizione del Piccolo festival Fuga dalla danza, iniziato a gennaio. Fino al 10 maggio il Teatro Ruskaja, vedrà alternarsi di sabato in sabato gli appuntamenti di questo piccolo festival che fin dalla sua nascita si è posto come luogo di sollecitazioni, di partecipazione ma anche di discussione e di riflessione sulla danza. Partecipano tra gli altri Ismael Ivo, Carmela Piccione, Pierre Droulers, Jonathan Burrows, Adriana Borriello, Ramona de Saà e Loic Touzé. Sabato 1 e 8 marzo sarà il momento del Crashing Test, uno dei nodi fondamentali di questo cammino. Giovani aspiranti coreografi e allievi coreografi avranno modo di confrontarsi con la scena e con il pubblico per verificare, proprio come avviene per i prototipi di auto, la solidità e la “tenuta di strada” dei propri lavori coreografici.
Fuga dalla danza, fino al 10 maggio
Teatro Ruskaja
Accademia Nazionale di Danza
Largo Arrigo VII - Roma
1 e 8 marzo 2008 – ore 18
CRASHING TEST/Prove di rodaggio di giovani coreografi
3 e 4 marzo 2008 – ore 18
PREMIO INTERNAZIONALE DELLE ARTI
Semifinale Concorso di Danza
15 marzo 2008 – ore 18
LE NUOVE DANZE
Giovani compagnie crescono:
Incontro con il Balletto di Firenze
29 marzo 2008 – ore 18
LA SCENA EUROPEA
Incontro con Jonathan Burrows
Ingresso gratuito
Info: Tel 06 5717621; Opera.and@tiscali.it

AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node