Eugenia Romanelli
Eugenia Romanelli
BAZAR E’ UNA BUSSOLA
Editoriale
La Sapienza Laboratori
La Sapienza Laboratori
LA NUOVA VITA DEI CENTRI SOCIALI
Laboratori: studenti sotto inkiesta
Roberto Pisoni
Roberto Pisoni
FUGA DAL NUOVO MONDO
Rosalinda Cappello
Rosalinda Cappello
INDIPENDENTI E DOCUMENTATI
Visioni: tutto il visibile su schermo
- Recensioni

- Off
Caterina Gonnelli
Caterina Gonnelli
OBIETTIVO POSITIVO
Onde: tv per il mondo
Giulia Baldi
Giulia Baldi
IRRIVERENTE, IBRIDANTE, DIVERTENTE!
Sintonie: radio in più modi
Gabriella Serusi
Gabriella Serusi
DESTABILIZZATI E CONTENTI
Enrico Lo Verso
Enrico Lo Verso
NON L'HO VISTO MA CI CREDO!
Scene: teatro e danza su dal dietro il palco
- Recensioni

- Salmoni
Marcello Nardi
Marcello Nardi
SPAGHETTI MAFIA
Marcello Amoruso
Marcello Amoruso
QUALCOSA DI SCOMPOSTO E IMPROVVISO
Fabrizio Gianuario
Fabrizio Gianuario
LIBRI CHE SUONANO
Fabio Murru
Fabio Murru
GIOVANI BELLI E PERDUTI
Johnson Righeira
Johnson Righeira
EUROPA: FUCINA DI CREATIVITA'
sUonI: Musica da digerire
- Live

- Off
- Soft
- Recensioni
- ContROcanto
Ciro Bertini
Ciro Bertini
LA FELICITA'? UNO SHAMPOO ALLO ZABAIONE
Flavia Piccinni
Flavia Piccinni
COSA HANNO IN COMUNE?
Salvatore Satta
Salvatore Satta
S.O.S. BALLOON
Paola Turci
Paola Turci
PERSI PER STRADA
Leggere: cultura su carta
- Recensioni

- UnDERSIze
- Fumetti
- Letti da
Marcello Nardi
Marcello Nardi
RAGIONE E SENTIMENTO
Marcello Amoruso
Marcello Amoruso
ONDA CHE VA ONDA CHE VIENE
Desiree Nardone
Desiree Nardone
CHI CAMBIA PELLE ECCELLE
Claudio Coccoluto
Claudio Coccoluto
UN ASSAGGIO MOLTO GROOVE
Notte: percorsi al buio
- tendenze

- off
- IN
- noTTEtempO
Emanuele Martorelli
Emanuele Martorelli
LA CONSACRAZIONE DEL FUMETTO
Trash CULT: ricicli e periferie culturali
Chiara Spegni
Chiara Spegni
UN FORMAGGIO NATO STANCO!
Chiara Organtini
Chiara Organtini
GORGONZOLA: ODIO O AMORE?
Gusti: mangiare con amore
- storia

- vai!
Sergio Caucino
Sergio Caucino
Capitolo XII: EPILOGO EMILIANO
Httivare: il mio romanzo
Lorella Scacco
Lorella Scacco
SLANCIO IRREQUIETO
Luca Beatrice
Luca Beatrice
POTERE DI SEDUZIONE
Alberto Gabriele Morelli
Alberto Gabriele Morelli
DUDUDU E DADADA
Eva Buiatti
Eva Buiatti
CHE RAZZA DI TOPO C'E' IN TE?
Simona Marchini
Simona Marchini
DA RIGA CON FURORE
Arti: nuovi modi di creare nuovi modi di cercare
- recensioni SUD

- recensioni NoRD
- musei COOl
- mangiare e creare
- disparte
Riccarda Patelli Linari
Riccarda Patelli Linari
CHI MOLTO PRATICA MOLTO IMPARA
Corsi: possibilità senza margini
Vera Risi
Vera Risi
MERCATO + LIBERO O + BARBARO?
Life&cash: economie virtuali
Stefania Secondini
Stefania Secondini
INFLUENZA&Co
Juri Chechi
Juri Chechi
A BUONA VOLONTA' NON MANCA FACOLTA'
Essere: dentro e fuori
- health wellness beauty healing

- E-splorazioni
Livio Montesarchio
Livio Montesarchio
LA SOLUZIONE PER TUTTI I REGALI
Avere: oggetti oggetti oggetti
Francesco Bezzi
Francesco Bezzi
SAREMO TUTTI 007
Hitech: mondi possibili
Riccarda Patelli Linari
Riccarda Patelli Linari
PREMI KE VANNO, MOSTRE KE VENGONO
Architetture&Design: forme che si esprimono
Giulia Taglienti
Giulia Taglienti
TUTTI A CASA DI BABBO NATALE
Piccoli: mondi capovolti x bambini uguali e diversi
Lorenza Somogyi
Lorenza Somogyi
E DOPO IL PORCO DI OTTOBRE LO “SPINO” DI DICEMBRE!
Pratiche bestiali: emozioni animali
Irene Maria Cristina Lo Savio
Irene Maria Cristina Lo Savio
CHE VOLTO HA UN ATLETA GAY?
Sport: a 360 gradi, voglia di provare
Giuliano Cangiano
Giuliano Cangiano
TRIBU IN MOVIMENTO
Fenomeni: esprimersi senza padri padroni
Giuliano Cangiano
Giuliano Cangiano
SIAMO TUTTI ESPERTI
Net: viaggio tra i segreti della rete
Alessandra Signorini
Alessandra Signorini
NATALE? ECO-LO!
Critical living: vivere scegliendo
Massimiliano Bonomo
Massimiliano Bonomo
ABITARE BENE, ABITARE ECO
Ambienti: eterocentrismi
Giovanni Prattichizzo
Giovanni Prattichizzo
L'UOMO DI ABILITA' MOSTRA SUL VISO LA SUA CAPACITA'
Divergere: abilità multiple
Alice Rinaldi
Alice Rinaldi
A TUTTOTEATRO
Eva Robin's
Eva Robin's
ME LA GODO A SFASCIO
Queer: identità di genere
- Gender

- Contaminazioni
Serena Cama
Serena Cama
SCIENZA BLUES E PAROLE
Tacchi Alti: espressione donna
- Con le donne

 Shootin' Stars
Shootin' Stars
MERCATI, MARKETS, MERCADOS
Noi: identità europea, il nostro nuovo mondo
Franco Andreucci
Franco Andreucci
CAMPUS: UN SALTO NEL BUIO
Loro: dal colosso USA x capirci di +
Mickey Mouse
Mickey Mouse
PARADISE LOST
Migrazioni: cosa accade in silenzio
Stefano Cera
Stefano Cera
SPALLE AL MURO
Tramutare: trasformazioni evolutive
Chiara Sassoli
Chiara Sassoli
TORNIAMO IN BOLIVIA?
Viaggi: muoversi per capire


Direttore Responsabile: Eugenia Romanelli
Direttore Esecutivo: Vera Risi
 
SPAGHETTI MAFIA
Quando l'italianità più intensa e vera, quella dell'umorale Sicilia o quella dell'algido nord, sposano influenze balcaniche, africane, jazz, pop, ska, tropicali o californiane, nasce una spaghettata di sapori perfettamente armonizzati tra loro.
Ivan Segreto
Una cifra delicata e sfuggente, le carezze morbide sui tasti del pianoforte che lentamente accompagnano i sospiri ed i giochi di voce, intimi, quasi teneri. Una timidezza, quella di Ivan Segreto, che poco ha a che fare con il carattere estroverso dei nuovi chansonnier italiani, che amano il jazz e strizzano l’occhio al pop. Il pianista siciliano segue altre correnti, gioca silenziosamente su piccole differenze. Quasi riflettesse la sua Sicilia, i suoi umori, il Mediterraneo stesso; così lontano, così vicino. Anche lui deve al jazz la sua iniziazione, ma mette accanto alle influenze di Corea, Hancock e Gillespie d’ordinanza, ci mette anche quella di Zio Nino con la sua Porta Vagnu, che dà il titolo al primo album inciso per la Sony nel 2004. Pochi brani, tutti dal sapore decisamente jazz; eppure pop. Bossa; eppure cantautorali. Una chioma lunga, quasi da metallaro, fanno l’ossimoro al carattere intimo e delicato della sue poesie. Un’antipopstar - non  certo di mansoniana memoria, per carità - che rapisce pubblico e critica. E pure Fidate correnti del 2005 non tradisce, con la sua registrazione in presa diretta, alcuna cessione alla commercialità. In mezzo maestri come Franco Battiato e Paolo Fresu cominciano a trattare il ragazzo timido come un collega e a dividere i palchi con lui. Che spicca di nuovo il volo con l’album fresco d’uscita, Ampia. Ce lo dice lui, d’altronde: chi vola va sempre più lontano.
1 Krossower, Scordia (CT)
4 Teatro della Gioventù, Genova

Roy Paci & Aretuska
Fatemi un favore: non fatevi ingannare, a volte anche i tormentoni da spiaggia possono essere dei capolavori musicali. E fatemene un altro: fatevi ingannare, a volte anche i capolavori musicali possono essere toda joia, toda beleza. Un insano e sfrontato mix di Sicilia e ska, ritmiche balcaniche e sound tropicale bastano sia per creare un refrain accattivante quanto per imporre uno stile (post)(pre)moderno. Re dell’inganno, sarebbe da dire, Roy Paci è anche vertice della Cupola dello Ska, è stato Padrino dell’avanguardia jazz, e pure Boss della musica popolare. E gli inizi precoci da picciotto nella bande di paese non devono ingannare. In perfetta saga corleonese, anzi come direbbe un suo progetto cor-leonese, l’emigrante ha scoperto il mondo prima del successo. Con la sua inseparabile tromba, ha scoperto l’Africa, il Sudamerica, i Balcani. E li ho riportati in Sicilia, come tanti pizzini, pardòn pezzini. In mezzo di tutto: Zu, Mau Mau, rifacimenti di colonne sonore film giapponesi, digressioni da avanguardie klezmer-jazz, Piero Chiambretti, spettacoli teatrali e palchi di mezza Europa. Tutto assieme. Non fatevi ingannare, v’avevo detto. Gli Aretuska arrivano in mezzo a questo nel 2001. Uno stile comicamente intrinseco tanto di globalità/local quanto di spaghetti mafia. Baciamo le mani, quelle del successo sarebbe da dire. Fategli questo favore. Perché se fate un favore a Roy, lui nun se lo scodda.
1 Fuori Orario, Taneto di Gattatico (RE)
6 Hiroshima Mon Amour, Torino
7 MaxLive, Costabissera (VI)
8 Barfly Club, Ancona
14 Deposito Giordani, Pordenone
15 Io Street Club, Rimini
20 Rolling Stone, Milano
21 Buddha Cafè, Orzinuovi (BS)

L’Aura
Nell’era postmoderna il destino ci ha riservato che solo si possa giocare con il fuoco per non rimanere bruciati. Alla stessa maniera solo dentro lo showbiz si riesce a dire qualcosa che possa avere senso anche al di fuori dello showbiz. Sembra sia questa la regola che sottintende L’Aura, approdata senza un volto da successo al successo di Radio Star, quasi a ricalcare al contrario l’inno’80 ‘Video kills the radio star’. La ventenne senza volto ha una voce da incanto; compone come fosse Tori Amos, tanto che qualcuno pensa all’ultimo singolo della rossa americana. Niente di più falso, il gioco è riuscito. Nata a Brescia, trasferita a Berkeley, nell’inferno/paradiso californiano, e poi ritorno. Portandosi dietro il produttore Enrique Gonzalez Müller per il disco Okumuki (2005). La hit da radio c’è, anche se commerciale non é. Il gioco continua. Ed ecco che sotto il velo compare una personalità complessa, ballad scure, cupe, intimistiche. Il gioco continua con Demian (2007) e con il singolo Non è una favola. Hit da radio, che poi da radio non é. A Laura, pardon, L’Aura piace giocare con lo showbiz. Oltre che con gli apostrofi.
8 Vidia Rock Club, San Vittore di Cesena (FC)
14 Teatro Centro Lucia, Botticino (BS)

ImXdibili


RICCARDO SINIGALLIA
13 Jailbreak, Roma
14 Suoni a Sud, Lecce
20 Diavolo Rosso, Asti
 
Leggi gli arretrati
 

The Best of December 2007
di Guido Dolara

CuLt - Dicembre 2007


 

sUonI: Musica da digerire
- Live

 
 
24 02 2012 CLICK, SI GIRA.
24 02 2012 E LA LETTERATURA?
24 02 2012 L’escapismo nella società del web 2.0
24 02 2012 Donne e sport
01 02 2012 IL CINEMA AI TEMPI DELLO SWITCH OFF

 

  Scopri ogni mesi i vincitori delle varie sezioni:
prosa pOEsia fumEtti inFORMazIone sTUdi vidEO fOtO

continua...


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node