Eugenia Romanelli
Eugenia Romanelli
BAZAR E’ UNA STRADA BLU
Editoriale
La Sapienza Laboratori
La Sapienza Laboratori
BRANDIZZATI E FELICI
Laboratori: studenti sotto inkiesta
Roberto Pisoni
Roberto Pisoni
30 GIORNI DA MOZZARE IL FIATO
Rosalinda Cappello
Rosalinda Cappello
SIAMO TUTTI REGISTI
Visioni: tutto il visibile su schermo
- Recensioni

- Off
Giuseppe Nadir Romano
Giuseppe Nadir Romano
GUERRE FREDDE VIDEOLUDICHE
Videogiocando: identità virtuale
Caterina Gonnelli
Caterina Gonnelli
SCHERZI INCUBI E PAURE
Onde: tv per il mondo
Giulia Baldi
Giulia Baldi
CURIOSI DA MORIRE
Sintonie: radio in più modi
Gabriella Serusi
Gabriella Serusi
BONA TEMPORA CURRUNT
Enrico Lo Verso
Enrico Lo Verso
METTITI IN GIOCO SUL FUTURO
Scene: teatro e danza su dal dietro il palco
- Recensioni

- Salmoni
Marcello Nardi
Marcello Nardi
QUESTIONE DI MARKETING O CLASSE D'ARTISTA?
Marcello Amoruso
Marcello Amoruso
6 SENSIBILE AL DOLORE?
Fabrizio Gianuario
Fabrizio Gianuario
CLASSICA E SACRA ALLA DERIVA
Fabio Murru
Fabio Murru
PAELLA RICCA
Johnson Righeira
Johnson Righeira
TI VA UNA PIZZICA?
sUonI: Musica da digerire
- Live

- Off
- Soft
- Recensioni
- ContROcanto
Ciro Bertini
Ciro Bertini
LO STRANO E' CHE SI RIDE...
Flavia Piccinni
Flavia Piccinni
LA MIA PASSIONE E' LA MIA DANNAZIONE
Salvatore Satta
Salvatore Satta
SAGGI E PUFFI
Paola Turci
Paola Turci
MA LE OLIVE SONO COMPRESE?
Leggere: cultura su carta
- Recensioni

- UnDERSIze
- Fumetti
- Letti da
Andrea Lisi
Andrea Lisi
PRONTI A TIRARE L'ALBA?
Marcello Amoruso
Marcello Amoruso
LE ORE PICCOLE + HOT
Desiree Nardone
Desiree Nardone
WINE RELAX & MOZZARELLA TIME
Claudio Coccoluto
Claudio Coccoluto
STAVOLTA PARLIAMO DI DONNE!
Notte: percorsi al buio
- tendenze

- off
- IN
- noTTEtempO
Emanuele Martorelli
Emanuele Martorelli
VIZIETTI ALL'ITALIANA
Trash CULT: ricicli e periferie culturali
Chiara Spegni
Chiara Spegni
CUCINA KASHER!
Chiara Organtini
Chiara Organtini
IL CIBO DELL'ANIMA
Gusti: mangiare con amore
- storia

- vai!
Sergio Caucino
Sergio Caucino
Capitolo X: SCELTE DIFFICILI
Httivare: il mio romanzo
Lorella Scacco
Lorella Scacco
DESERTI DA RIEMPIRE
Luca Beatrice
Luca Beatrice
REALE O IMMAGINARIO?
Alberto Gabriele Morelli
Alberto Gabriele Morelli
INSOLITO E INATTESO
Eva Buiatti
Eva Buiatti
MANGIAMI TUTTA
Simona Marchini
Simona Marchini
PALEOCRISTIANI: RIVOLUZIONARI DELL'IMMAGINE!
Arti: nuovi modi di creare nuovi modi di cercare
- recensioni SUD

- recensioni NoRD
- musei COOl
- mangiare e creare
- disparte
Riccarda Patelli Linari
Riccarda Patelli Linari
TUTTI I MODI X ESPRIMERSI
Corsi: possibilità senza margini
Francesco D'Alessandro
Francesco D'Alessandro
COSI' MI MIGLIORO LA VITA
Life&cash: economie virtuali
Mickey Mouse
Mickey Mouse
LO SPORT MIGLIORE? IL SESSO
Juri Chechi
Juri Chechi
WE CAN DO MUCH MORE
Essere: dentro e fuori
- health wellness beauty healing

- E-splorazioni
Livio Montesarchio
Livio Montesarchio
SFIZI E SERVIZI
Avere: oggetti oggetti oggetti
Francesco Bezzi
Francesco Bezzi
QUANDO L'HITECH CI CAMBIA LE ABITUDINI
Hitech: mondi possibili
Riccarda Patelli Linari
Riccarda Patelli Linari
FRUTTA MULTIVITAMINICA
Architetture&Design: forme che si esprimono
Giulia Taglienti
Giulia Taglienti
LARGO ALLA FANTASIA
Piccoli: mondi capovolti x bambini uguali e diversi
Lorenza Somogyi
Lorenza Somogyi
ONOTERAPIA: 1 ASINO x AMICO
Pratiche bestiali: emozioni animali
Irene Maria Cristina Lo Savio
Irene Maria Cristina Lo Savio
ARRRR...AMPICARSI TRA LE NUVOLE!
Sport: a 360 gradi, voglia di provare
Giuliano Cangiano
Giuliano Cangiano
EVENTI GIUSTI DALLA PARTE SBAGLIATA
Fenomeni: esprimersi senza padri padroni
Giuliano Cangiano
Giuliano Cangiano
WEB CONTRO TV: 1 A ZERO
Net: viaggio tra i segreti della rete
Alessandra Signorini
Alessandra Signorini
SORPRESE BELLE E BRUTTE
Critical living: vivere scegliendo
Massimiliano Bonomo
Massimiliano Bonomo
AUTUNNO NERO BOLLENTE
Ambienti: eterocentrismi
Giovanni Prattichizzo
Giovanni Prattichizzo
UNA PENNELLATA TI CURERA'
Divergere: abilità multiple
Alice Rinaldi
Alice Rinaldi
LAICITA' E COSCIENZA
Eva Robin's
Eva Robin's
CONDOMINIUM GARDEN
Queer: identità di genere
- Gender

- Contaminazioni
Serena Cama
Serena Cama
L'INFINITO E IL FINITO
Tacchi Alti: espressione donna
- Con le donne

Franco Andreucci
Franco Andreucci
CHE MI FREGA DELL'ITALIA?
Loro: dal colosso USA x capirci di +
Chiara Sassoli
Chiara Sassoli
DIMENTICA BUENOS AIRES, QUESTA E' L'ALTRA ARGENTINA
Viaggi: muoversi per capire


Direttore Responsabile: Eugenia Romanelli
Direttore Esecutivo: Vera Risi
 
DIMENTICA BUENOS AIRES, QUESTA E' L'ALTRA ARGENTINA
Argentina del nord: tradizioni tra terra e cielo
Questa regione che ha come capoluogo Jujuy, si trova alle porte della vicina Bolivia e scende verso sud disegnando una catena di montagne, detta la Quebrada de HumahuacaL’influenza indigena si sente molto, e immersi in un ambiente di terre abitate dai lama, deserti di sale e colori cangianti che scivolano sulle pareti, ci si dimentica ben presto dell’effervescente Buenos Aires, che bolle a più di 2000 km da qui.
I ritmi girano attorno al sole, che sorge splendente,  riscaldando anche l’inverno che qui si vive da giugno a settembre. Appena sparisce il sole, la temperatura cala a volte di più di 20 gradi e in fretta vanno tirati fuori indumenti in lana di lama, indispensabili per affrontare le notti, più che frescoline!
 
Tilcara: tra lama e flauto andino, le montagne svelano una tavolozza di colori smaglianti 
Tilcara: a circa 4 ore in autobus da Jujuy, questa località si fonde con le montagne che la circondano e accoglie il visitatore con tante proposte naturali e culturali. Molti giovani della capitale hanno scelto di lasciare lo stress della città per investire  in questo posto tranquillo, aprendo "hostales" o "ristorantini". Anche se è molto richiesta come destinazione, i numerosi amanti di Tilcara sembrano adeguarsi bene alla calma e  il posto riesce a rimanere molto piacevole per chi ha voglia di sentirsi in un mare di aria pura. Il paese è costruito intorno a una piazza principale, dove si svolge ogni giorno un mercatino degli artigiani ben fornito.

Il bar socioculturale
La strada principale, Belgrano, che parte dalla stazione degli autobus,  attraversa tutto el pueblo ed è al numero 547 che si trova il Centro Andino para la Educacion y la Cultura de musica esperanza; un bar-ristorante un po’ particolare. In effetti, Roger e sua moglie Susana sviluppano dei progetti socio culturali a favore di bambini e giovani. Con loro fanno varie attività che vanno dalla preparazione di marmellate a corsi di musicoterapia e circa tre volte all’anno si riuniscono giovani musicisti cileni, boliviani e argentini per incontrarsi e dividere il piacere di suonare e di conoscersi. Per finanziare queste iniziative il centro organizza regolarmente dei concerti e festival di cinema.
 
Museo archeologico
Al 445, sempre dell’avenida Belgrano, si trova il museo archeologico, aperto tutti i giorni dalle 9h alle 19h. L’entrata costa 3 pesos argentini (circa 80 centesimi) e questo biglietto vale anche per visitare il giardino botanico e il "Pucara". E' una specie di forte dell’epoca precolombiana costruito sopra a una collina a una 15na di minuti dal centro. Ce ne sono vari nella regione, tutti situati in altezza, per poter vedere da lontano eventuali arrivi indesiderati e poter reagire a tempo. Nel museo si scoprono belle collezioni provenienti da siti archeologici del Nord ovest e della Quebrada, che permettono di seguire l’evoluzione della cultura popoalre di questa zona, ricca di influenze diverse.

Mangio locale
Per mangiare, el Patio de comidas, Lavalle 352, cucina locale, squisita ed economica! La sera conviene andarsene in giro e farsi guidare dalla musica che si suona in modo itinerante da un locale all’altro.

Humahuaca: 3000 metri di altezza
Humahuaca si trova a 40 km da Tilcara e a quasi 3000 metri di altezza. Questo borgo ha conservato un aspetto molto antico, con stradine di pietra e abitanti che si vestono con colori vivi, simili a quelli che si portano in Bolivia. Qui si respira un’aria secca e soleggiata, dove le tradizioni riescono ad adeguarsi a una certa tecnologia inevitabile. Cosi, accanto al cyber café pieno di giovani pettinati col gel, si ritrovano donne con cappelli a chiacchierare delle ultime raccolte di quinoa, (cereale molto diffuso nell’alimentazione locale) masticando foglie di coca. Nel periodo di carnevale, Humahuaca è molto visitata; la "chicha" (alcol andino a base di mais) scorre nelle gole di diavoli colorati e mascherati che sfilano zompettando nelle stradine strette, al ritmo dei tam tam dei tamburi e al suono del flauto andino.
 
Mangiare a El Portillo sui legni di cactus
A El Portillo, Tucuman 69, si mangia una carne di lama buonissima, e tanti altri piatti soprendenti. I tavoloni sono in legno di cactus e ci si può stendere sulle panchine ricoperte di lana, per digerire, al suono di un gruppo di musica jujena!
 
Dove dormire?
Posada el Sol, dopo il ponte principale continuate dritti per 500 metri e girate a destra. elsolposada@imagine.com.ar, per una doppia contare circa 40 pesos con la prima colazione.
 
Iruja: da non perdere!

Da non perdere, Iruja a 60 km a nord est di Humahuaca. La strada per arrivarci è già un’avventura in sé, tra curve ripide, altezze vertiginose e un autobus che sfiora precipizi, si è proprio contenti di arrivare dopo 3 ore in un angolo sperduto in piena montagna. Ci si può fermare a dormire in una "casa de familia", che spesso per pochi pesos vi offre di vivere la vita modesta di questo posto magico. 
 
Leggi gli arretrati
 

The Best of October 2007
di Guido Dolara

CuLt - Ottobre 2007


 

Viaggi: muoversi per capire
 
 
24 02 2012 CLICK, SI GIRA.
24 02 2012 E LA LETTERATURA?
24 02 2012 L’escapismo nella società del web 2.0
24 02 2012 Donne e sport
01 02 2012 IL CINEMA AI TEMPI DELLO SWITCH OFF

 

  Scopri ogni mesi i vincitori delle varie sezioni:
prosa pOEsia fumEtti inFORMazIone sTUdi vidEO fOtO

continua...


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node