Eugenia Romanelli
Eugenia Romanelli
BAZAR E’ UNA STRADA BLU
Editoriale
La Sapienza Laboratori
La Sapienza Laboratori
BRANDIZZATI E FELICI
Laboratori: studenti sotto inkiesta
Roberto Pisoni
Roberto Pisoni
30 GIORNI DA MOZZARE IL FIATO
Rosalinda Cappello
Rosalinda Cappello
SIAMO TUTTI REGISTI
Visioni: tutto il visibile su schermo
- Recensioni

- Off
Giuseppe Nadir Romano
Giuseppe Nadir Romano
GUERRE FREDDE VIDEOLUDICHE
Videogiocando: identità virtuale
Caterina Gonnelli
Caterina Gonnelli
SCHERZI INCUBI E PAURE
Onde: tv per il mondo
Giulia Baldi
Giulia Baldi
CURIOSI DA MORIRE
Sintonie: radio in più modi
Gabriella Serusi
Gabriella Serusi
BONA TEMPORA CURRUNT
Enrico Lo Verso
Enrico Lo Verso
METTITI IN GIOCO SUL FUTURO
Scene: teatro e danza su dal dietro il palco
- Recensioni

- Salmoni
Marcello Nardi
Marcello Nardi
QUESTIONE DI MARKETING O CLASSE D'ARTISTA?
Marcello Amoruso
Marcello Amoruso
6 SENSIBILE AL DOLORE?
Fabrizio Gianuario
Fabrizio Gianuario
CLASSICA E SACRA ALLA DERIVA
Fabio Murru
Fabio Murru
PAELLA RICCA
Johnson Righeira
Johnson Righeira
TI VA UNA PIZZICA?
sUonI: Musica da digerire
- Live

- Off
- Soft
- Recensioni
- ContROcanto
Ciro Bertini
Ciro Bertini
LO STRANO E' CHE SI RIDE...
Flavia Piccinni
Flavia Piccinni
LA MIA PASSIONE E' LA MIA DANNAZIONE
Salvatore Satta
Salvatore Satta
SAGGI E PUFFI
Paola Turci
Paola Turci
MA LE OLIVE SONO COMPRESE?
Leggere: cultura su carta
- Recensioni

- UnDERSIze
- Fumetti
- Letti da
Andrea Lisi
Andrea Lisi
PRONTI A TIRARE L'ALBA?
Marcello Amoruso
Marcello Amoruso
LE ORE PICCOLE + HOT
Desiree Nardone
Desiree Nardone
WINE RELAX & MOZZARELLA TIME
Claudio Coccoluto
Claudio Coccoluto
STAVOLTA PARLIAMO DI DONNE!
Notte: percorsi al buio
- tendenze

- off
- IN
- noTTEtempO
Emanuele Martorelli
Emanuele Martorelli
VIZIETTI ALL'ITALIANA
Trash CULT: ricicli e periferie culturali
Chiara Spegni
Chiara Spegni
CUCINA KASHER!
Chiara Organtini
Chiara Organtini
IL CIBO DELL'ANIMA
Gusti: mangiare con amore
- storia

- vai!
Sergio Caucino
Sergio Caucino
Capitolo X: SCELTE DIFFICILI
Httivare: il mio romanzo
Lorella Scacco
Lorella Scacco
DESERTI DA RIEMPIRE
Luca Beatrice
Luca Beatrice
REALE O IMMAGINARIO?
Alberto Gabriele Morelli
Alberto Gabriele Morelli
INSOLITO E INATTESO
Eva Buiatti
Eva Buiatti
MANGIAMI TUTTA
Simona Marchini
Simona Marchini
PALEOCRISTIANI: RIVOLUZIONARI DELL'IMMAGINE!
Arti: nuovi modi di creare nuovi modi di cercare
- recensioni SUD

- recensioni NoRD
- musei COOl
- mangiare e creare
- disparte
Riccarda Patelli Linari
Riccarda Patelli Linari
TUTTI I MODI X ESPRIMERSI
Corsi: possibilità senza margini
Francesco D'Alessandro
Francesco D'Alessandro
COSI' MI MIGLIORO LA VITA
Life&cash: economie virtuali
Mickey Mouse
Mickey Mouse
LO SPORT MIGLIORE? IL SESSO
Juri Chechi
Juri Chechi
WE CAN DO MUCH MORE
Essere: dentro e fuori
- health wellness beauty healing

- E-splorazioni
Livio Montesarchio
Livio Montesarchio
SFIZI E SERVIZI
Avere: oggetti oggetti oggetti
Francesco Bezzi
Francesco Bezzi
QUANDO L'HITECH CI CAMBIA LE ABITUDINI
Hitech: mondi possibili
Riccarda Patelli Linari
Riccarda Patelli Linari
FRUTTA MULTIVITAMINICA
Architetture&Design: forme che si esprimono
Giulia Taglienti
Giulia Taglienti
LARGO ALLA FANTASIA
Piccoli: mondi capovolti x bambini uguali e diversi
Lorenza Somogyi
Lorenza Somogyi
ONOTERAPIA: 1 ASINO x AMICO
Pratiche bestiali: emozioni animali
Irene Maria Cristina Lo Savio
Irene Maria Cristina Lo Savio
ARRRR...AMPICARSI TRA LE NUVOLE!
Sport: a 360 gradi, voglia di provare
Giuliano Cangiano
Giuliano Cangiano
EVENTI GIUSTI DALLA PARTE SBAGLIATA
Fenomeni: esprimersi senza padri padroni
Giuliano Cangiano
Giuliano Cangiano
WEB CONTRO TV: 1 A ZERO
Net: viaggio tra i segreti della rete
Alessandra Signorini
Alessandra Signorini
SORPRESE BELLE E BRUTTE
Critical living: vivere scegliendo
Massimiliano Bonomo
Massimiliano Bonomo
AUTUNNO NERO BOLLENTE
Ambienti: eterocentrismi
Giovanni Prattichizzo
Giovanni Prattichizzo
UNA PENNELLATA TI CURERA'
Divergere: abilità multiple
Alice Rinaldi
Alice Rinaldi
LAICITA' E COSCIENZA
Eva Robin's
Eva Robin's
CONDOMINIUM GARDEN
Queer: identità di genere
- Gender

- Contaminazioni
Serena Cama
Serena Cama
L'INFINITO E IL FINITO
Tacchi Alti: espressione donna
- Con le donne

Franco Andreucci
Franco Andreucci
CHE MI FREGA DELL'ITALIA?
Loro: dal colosso USA x capirci di +
Chiara Sassoli
Chiara Sassoli
DIMENTICA BUENOS AIRES, QUESTA E' L'ALTRA ARGENTINA
Viaggi: muoversi per capire


Direttore Responsabile: Eugenia Romanelli
Direttore Esecutivo: Vera Risi
 
QUESTIONE DI MARKETING O CLASSE D'ARTISTA?
Operazioni commerciali o arte pura? Lasciamo il dubbio amletico a chi ha voglia di scioglierlo, e godiamoci qualche imPERdibile evento.
The Police a Torino
Una sapiente attesa dettata da ragioni di marketing si potrebbe dire. Ma alla fine anche i mostri sacri hanno deciso di fare il grande passo e ritornare sui loro passi. A loro si può perdonare? In 6 anni hanno scavato un solco profondo ed indelebile. Da quando Stewart Copeland e Sting iniziano a suonare insieme nel 1977 (Andy Summers completerà in seguito il trio definitivo) sin da subito sono una rivelazione underground. Nata nel pieno del punk, ma già post-punk. Dei mod rimangono la capigliatura e l’energia. Poi c’è un pizzico di reggae, ma anche un po’ di jazz. E il successo, decisamente pop. Outlandos d’amour (1978) entra subito nelle chart. Da Regatta de blanc (1979) in poi non ne escono più. Sfornano pezzi da storia con imbarazzante facilità. Refrain che si etichettano “facili”, con l’accortezza di non confondersi con l’aggettivo “banali”. Ma sono soprattutto indimenticabili. Quando arriva Synchronicity (1983) hanno già alle spalle tour interminabili, numerosi sold-out e sono pronti per dominare le charts per settimane. Ed è qui che il giocattolo si rompe: Sting se ne va a inaugurare una carriera solista da assoluto protagonista. Nel massimo della popolarità i Police smettono. Abbandonano all’apogeo del successo, come pegno per l’immortalità. Segno di unicità. Allora la reunion, magari, più che una lezione di marketing è una lezione di classe. Gliela perdoniamo. Anzi.
2 Stadio delle Alpi, Torino

Dreamtheater
Prima che anche l’autarchica galassia del metal fosse inghiottita da MTV c’è stato tempo per un’ultima supernova. Un bagliore fulgidissimo, l’ultimo stadio di un processo nascosto nelle enclàve segrete, protetto dai muri granitici delle chitarre distorte a tutto volume nelle cantine. 5 mostri di tecnica esecutiva (perché il complesso dei fenomeni da baraccone non li lascerà mai, nel bene e nel male), il recupero delle radici prog riattualizzate nel metal prog (di cui saranno padri e figli al contempo), la dilatazione smisurata della forma-canzone in contortissime fughe strumentali. Tanto per far parlare, troppo per passare inosservati: dal 1985 anno nascita, o meglio dal 1992 anno di Images and words, rivelano la creazione di uno stile unico e assolutamente innovativo. Riempiono come pochi arene abituate a volumi decisamente più bassi. Ma soprattutto a sonorità più facili. Eppure sono sempre intellettuali del metallo. Dopo il concept Metropolis pt.II – Scenes from a memory (1999) Portnoy, Petrucci & co. provano anche una docile svolta pop. Ma è un fuoco di paglia: da Train of thought (2003) al fresco di uscita Systematic chaos si ritorna alle radici metal. Il bagliore non scompare poi così facilmente.

25 Land Rover Arena, Bologna
26 Palalottomatica, Roma
27 Palasport, Andria (BA)
29 Datchforum, Milano
30 Palasport, Padova

Michael Bublè
Perché anche le operazioni commerciali a volte meritano di essere raccontate. Michael Bublè, reciterebbe la biografia, nasce a Vancouver, Canada, nel 1977. Passione per il rock. Chi non ce l’ha avuta? Ma con un nonno che ama i bei tempi andati. I crooner, lo swing, le pose di Elvis, la voce di Frank Sinatra. Chi non ce l’ha avuto? E per una volta è il nonno ad averla vinta. La biografia diventa favola. E gli aneddoti son perfetti al caso. Il ragazzino con una voce da ragazzone che fa venir voglia di schioccare le dita. Il nonno idraulico che riesce a infilarlo nei palchi di mezza Canada. Il banchetto della figlia del primo ministro dove canta di fronte al producer Robert Foster. Il quale coglie al volo la scommessa. Ne nasce Michael Bublè (2003), successo da due milioni di copie. E’ la rinascita del crooning, grazie all’ugola d’oro di un ragazzone dal faccione simpatico. E’ la rinascita dello swing grazie a un giovanotto che ha le movenze e la voce del miglior Sinatra. Ricetta casalinga perfetta: piace alle mamme, piace alle figlie. Operazione d’immagine, quanto volete. Eppure il ragazzone tramuta il successo commerciale in un fenomeno culturale. Tanto che persino Paul Anka è risentito e accetta la sfida del revival. E scusate se è poco. Un tributo al talento di un ragazzone nato nel secolo sbagliato. Perché anche le operazioni commerciali a volte meritano di essere raccontate.

20 Palaonda, Bolzano
22 Palabam, Mantova
24 Palalottomatica, Roma
26 Datchforum, Milano
27 Mandela Forum, Firenze

imXdibili

SUZANNE VEGA
29 Auditorium, Milano

RUSH
23 Datchforum, Milano

MICHAEL NYMAN & ORCHESTRA DI SANTA CECILIA
4 Teatro delle Tese – Arsenale, Venezia
6 Auditorium, Roma

 
Leggi gli arretrati
 

The Best of October 2007
di Guido Dolara

CuLt - Ottobre 2007


 

sUonI: Musica da digerire
- Live

 
 
24 02 2012 CLICK, SI GIRA.
24 02 2012 E LA LETTERATURA?
24 02 2012 L’escapismo nella società del web 2.0
24 02 2012 Donne e sport
01 02 2012 IL CINEMA AI TEMPI DELLO SWITCH OFF

 

  Scopri ogni mesi i vincitori delle varie sezioni:
prosa pOEsia fumEtti inFORMazIone sTUdi vidEO fOtO

continua...


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node